lunedì 17 settembre 2012

Rinviata la XIII edizione del Capodanno Celtico di Milano

La tredicesima edizione del Capodanno Celtico di Milano, che si sarebbe dovuta svolgere dal 26 al 28 ottobre 2012, è stata reinviata. 
Gli organizzatori, dal sito web ufficiale, fanno sapere che le nuove tariffe di occupazione del suolo pubblico non consentono di organizzare l'evento nella storica cornice del Castello Sforzesco. Speriamo di conoscere presto la nuova sede e le nuove date della manifestazione.

21 commenti:

  1. Mi dà da pensare, prima il comune annulla la mostra sui celti con reperti che dovevano arrivare da tutta europa, poi adesso tariffe atte a scoraggiare il capodanno celtico. Mica sarà corso un boicottaggio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che stavo anche io pensando a qualcosa del genere?

      Elimina
  2. Lo trovo allucinante! E non mi torna nemmeno come discorso...cosa centrano le tariffe di occupazione con una manifestazione culturale?
    Il comune di Milano mi ha davvero rotto...altre manifestazioni pseudo culturali di dubbia intelligenza invece non le cancellano vero? Lasciamo perdere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, se il costo dell'occupazione suolo pubblico diventa una voce importante tale da incidere pesantemente nel budget della manifestazione... :( Se è così, temo sia difficile individuare un'altra location consona all'evento nello stesso Comune :(

      Elimina
  3. Il comune di milano,affamato di soldi praticamente stà massacrando non solo gli organizzatori di eventi culturali che non siano amici loro ma anche mercati delle pulci,mercati del biologico che è un settore anche che potrebbe dare occupazione a tanti ragazzi,e in particolare gli artigiani che con le loro bancarelle cercano di sopravvivere,e crearsi un occupazione degna proponendo se non altro qualcosa di bello e creato veramente con amore.questo succede forse perchè notoriamente queste persone non vanno a leccare i fondoschiena ai vari rappresentanti della nuova simpatica giunta,così detta di sinistra,anche perchè le tariffe sono aumentate solo per gli altri e non per i loro(festa del PD.Mi fanno veramente cagare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pensate che sia una cosa politica?,molti identificano il capodanno celtico come una cosa della lega, invece per me è una bellissima manifestazione a prescindere...

      Elimina
  4. Anche a me sembra un vero e proprio boicottaggio.Aveva detto che sarebbe stato il sindaco di tutti,invece come al solito ciascuno pensa ai fatti suoi.Peccato,era una bella manifestazione,ben organizzata,e gratuita in centro a Milano,veniva gente anche da lontano,già Milano è triste e non c'è mai niente....mi dispiace anche per tutte le persone che ci lavoravano,di questi tempi....Altro che sinistra,ho sentito che non è stata l'unica manifestazione ad essere boicottata.Quà mi sembra che questa giunta stia governando con dei pregiudizi,comunque al Celtico ci veniva gente di tutti i tipi,anche con vari orientamenti politici...si tratta allora di ignoranza???che vergogna!

    RispondiElimina
  5. la verità è che, da sempre, da parte dele istituzioni dello stato italiano, c'è sempre stata la volontà ( più o meno feroce) di esaltare la storia, la cultura e le tradizioni ( fino ad arrivare allo storpiare la lingua in tv ) solo della parte mediterranea della popolazione, della storia classica della magna grecia ecc. E di contro, di censurare, con la scuola, con la tv, con la cultura, con la toponomastica ( cambiando i nomi originali di paesi, zone geografiche e persino cognomi, ecc), ogni testimonianza di storia, tradizioni, mentalità e appartenenza etnica diversa da quella mediterranea. Quindi come sempre, qualsiasi cosa che possa far aprire gli occhi agli italiani sulle verità antiche e attuali all'interno dei confini dello stato, cercano di cancellarle e farle dimenticare.
    Osservo questo tipo di cose da trent'anni e mi sono reso conto che sopratutto dal dopoguerra ad oggi, questa vergogna si è accentuata sempre di più.
    Altro che milanese, pisapia no vede milano come è sempre stata e come è nata, ma solo come la intende lui e le istituzioni di questo stato, cioè mediterroneizzata.

    RispondiElimina
  6. cosa?! niente capodanno celtico?? cioè ma scherziamo?? e io e i miei amci k stavamo già programmando di venire x stare tutto il weekend!! io spero con tutto il cuore k stiate scherzando! non si prendono queste decisioni 3 settimane prima di un evento! cioè non avreste già dovuto ingaggiare da mo' le band ecc?? cmq se fosse così sicuramente Pisapia è un pirla xo lasciatemi dire k gli organizzatori nn sn da meno! cioè, mandano a puttane un evento spettacolare e seguito come questo x futili motivi? ma se è un problema di soldi fate pagare l'entrata come si è sempre fatto a Celtica x esempio!! la gente è disposta ancora a pagare x qualcosa che merita come un evento celtico di queste proporzioni!! penso che se domandaste ai fan del capodanno celtico di scegliere se pagare qualche euro per l'entrata o rinunciare all'evento, la risposta sarebbe SICURAMENTE scontata e UNA SOLA!! invece gli organizzatori si sono tirati indietro x così poco?? se è davvero tutto lì il problema allora dopo tutto non c tengono cosi tanto a questo evento...e se in primis gli organizzatori non c credono,non fanno nemmeno il primo passo e si fanno trasportare da questi stupidi bracci di ferro con il comune di Milano boicottando quest manifestazione, allora che bruci sto cavolo di capodanno celtico!! cazzo sono proprio amareggiato!!! e ancora di più perchè a quanto pare chi gestisce questa pagina non crede nemmeno nella libertà di espressione/pensiero siccome ha già cancellato questo mio messaggio una volta!! mamma mia dove andremo a finire...:/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chiedo scusa, volevo solo puntualizzare che l'ultima parte riguardo alla cancellazione del messaggio era riferita ad un altro sito ... non a questo! ho copiato il medesimo messaggio che avevo scritto snz cancellare l'ultima parte! chiedo scusa!

      Elimina
  7. posso confermare le voci che circolano riguardo alla stretta finanziaria da parte del comune di Milano che rende così impossibile sagre e feste di paese o quartieri che non possono permettersi di pagare una tassa micidiale sull'occupazione del suolo pubblico. non si capisce la ragione di questa mancanza di collaborazione ma si vede l'ulteriore impoverimento culturale e di mantenimento delle tradizioni sul territorio. si deduce che si voglia uniformare la popolazione ad un consenso pilotato... meditate gente, meditate !!!

    RispondiElimina
  8. ...nooo è una festa che adorooo per me è un must ogni anno!!! Davvero un peccato...questa città si sta talmente impoverendo che comincio a riscoprire il mio amato sud....

    RispondiElimina
  9. Con questa giunta ci si può solo aspettare questo e altro ,per qualcosa non 'di sinistra'!

    RispondiElimina
  10. -_- Da vergognarsi, sono senza parole. Il capodanno celtico è uno degli eventi più belli di Milano boicottarlo in nome della politica e della "cultura" mediterranea mi fa ribrezzo. Vergogna.
    All'autore del post chiedo se posso citare l'articolo nel mio blog ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente sì! :) Anzi, ti ringrazio della diffusione ^^

      Elimina
  11. La connotazione politica dell'evento non c'entra niente, tanto è vero che quest'anno anche la festa dell'Unità.. pardon: Festa Democratica, a Milano non si è tenuta (è stata spostata a Sesto S. Giovanni) ed esattamente per lo stesso motivo.
    Semplicemente questa giunta, per rimpinguare le casse del comune tradizionalmente deficitarie ha pensato bene di aumentare, e di molto, le tariffe di occupazione del suolo pubblico. Purtroppo non ha tenuto conto di un piccolo particolare: se decidi di far pagare 20 quello che fino a ieri costava 10 guadagni il doppio, è vero.... sempre che chi era disposto a pagere 10 oggi sia disposto, o possa, pagare 20. Altrimenti guadagni zero... Cosa che si sta puntualmente verificando in molti casi.

    RispondiElimina
  12. io ci andavo ogni anno.
    Era perfetto quest'anno perché sabato 27 ottobre è il mio compleanno e non vedevo l'ora di andarci.
    Il capodanno celtico e bellissimo e veramente ben organizzato.
    Ci sono rimasto molto male

    RispondiElimina
  13. sono andato adesso sul sito ufficiale per decidere a quale serata andare e scopro con sgomento che la manifestazione è stata cancellata. era dal bustofolk che non vedeva l'ora di rituffarmi nel mio "villaggio dell'anima"... che tristezza... povera italia...

    RispondiElimina
  14. Sono proprio deluso,dalla politica italiana,ci stanno uccidendo in tutti i sensi....non vi bastano tutte le multe che fate a noi poveri cittadini li in città per riuscire a fare organizzare un evento senza trovare uno scopo di lucro?....e noi andiamo ancora a votare queste persone!Io sono di Domodossola e penso proprio che non verrò più a Milano

    RispondiElimina
  15. ....e pensare che se un Comune ha problemi di cassa e di bilancio il modo migliore di fare soldi è quello di incoraggiare ed avere tantissime manifestazioni con basse tasse di occupazione di suolo pubblico (piuttosto che poche manifestazioni con alte tasse)....in questo modo si portano a casa moooolti più soldi....

    RispondiElimina